Chi sono

  • Michele Kettmaier
  • nato a Trento, Italia, nell’aprile 1966
  • Frequenta il liceo scientifico Leonardo da Vinci di Trento e poi la facoltà di Economia Politica dell’Università di Trento
  • Progetta e partecipa alla realizzazione negli anni ’90 di  alcuni portali nazionali e webtv tra cui Rai 3, unimondo.org, FAO, Università la Sapienza di Roma e introduce in Provincia di Trento il concetto di web e webtv realizzando i primi siti per aziende locali.
  • Dal 1997 al 2000 realizza dirette di webtv in Italia, Spagna, Sarajevo, Congo, per il Dalai, Lama, per i beati Costruttori di Pace, per la Rai, per il cantante Bono del gruppo U2, per la FAO e molti altri.
  • Nel 2000 inizia la collaborazione con il regista Maurizio Nichetti con l’introduzione di nuovi modelli Web come la trasmissione in diretta video del backstage di film e dei primi blog.
  • 2002 progetta e installa, in collaborazione con Eutelsat, la postazione Internet più alta d’Europa al rifugio Caduti dell’Adamello.
  • Dal 2003 fonda e è CEO di Ymir srl, società leader nello sviluppo di piattaforme di social network e di streaming video
  • Inizia la collaborazione con il gruppo H3G, telefonia mobile, per la produzione di contenuti multimediali e trasmissioni video su telefonino.
  • Idea e progetta piattaforme di CMS e LMS
  • Nel 2007 diventa partner tecnologico di Telecom Italia e progetta e realizza il portale noprofit.it
  • Realizza alcuni portali di formazione didattica tra i quali icleen.museum che vincono premi internazionali come l’Europen Learnig Award.
  • Scrive di Web, innovazione e tecnologia per riviste di settore e quotidiani.
  • Dal 2010 a ottobre 2014 direttore generale di Fondazione <ahref, ente di ricerca della Provincia Autonoma di Trento
  • Nel 2012 vince il premio PWI come speciale riconoscimento alla Carriera per aver contribuito negli anni dal 2002 al 2012, ad esaltare il senso estetico, il design, la creatività, il linguaggio e l’innovazione in quanto elementi distintivi e da sempre riconoscibili della cultura e dello stile italiano e nel Web.
  • email: micheket [at] gmail.com
  • Michele Kettmaier, alias ket trentino/europeo doc è stato co fondatore e direttore generale fino a ottobre 2014 della Fondazione Ahref. Ha imparato a usare il pc non sulla tastiera ma smanettando sul registratore audio per caricare il software del suo primo ZX Spectrum 16K nel 1984. Dopo aver studiato poco e girato, tanto, il mondo dove ha imparato un sacco di cose vivendo con la gente tra slum e favelas, ha fondato e creato con altri soci negl’anni ’90 diverse cose che adesso sono molto cool ma che allora non se le filava nessuno come le prime webtv e le prime piattaforme di social network.
  • Michele Kettmaier, alias “ket” is Trentino/European and is the General Manager of the <ahref Foundation. Way back in 1984, he learned how to use the PC, by practising with the audio recorder of his first 16K ZX Spectrum. Having studied and travelled a lot around the world, where he learned how to live with people in slums and shanty towns, in the 90s he then founded and created with other colleagues several things, which are now very cool although they were snubbed there, as the first WebTV and the first social network platforms.
  • Che ci faccio in Congo? Sono stato nella Repubblica Democratica del Congo nel 2001 a Butembo per documentare una conferenza internazionale sulla pace dei paesi nella regione dei grandi laghi organizzata dai beati costruttori di pace.La sera, durante il coprifuoco incontro dei ragazzi, ci sediamo intorno ad un fuoco ed iniziano a raccontarmi della loro vita. Alcuni fanno l’università che sta li su una collinetta appena dietro di noi. Ci vanno spesso lassù nell’unica facoltà, costruita con 4 pezzi di latta ondulata e con un solo libro di testo di economia fotocopiato. Ci vanno ma ci stanno attenti; alcuni di loro (5 quell’anno) sono morti per raggiungerla, smitragliati dal signorotto della guerra locale. La gente muore per andare all’università. Lui mi dicono ha paura che noi imparino, ha paura che noi conosciamo, a paura che noi ci confrontiamo, a paura che noi raccontiamoDa quel giorno ho provato a fare del mio lavoro una ricerca continua, un ‘analisi sui nuovi sistemi di comunicazione, sull’accesso al sapere, alla conoscenza e al diritto all’informazione. Il web 2.0 me l’hanno insegnato quei ragazzi laggiù, a Butembo
Annunci

7 thoughts on “Chi sono

  1. Michele!
    Ci sentiamo (spero) dai posti più incredibili..
    Se riesci a vedere questo reply fatti sentire quando rientri in Italia! Intanto ti abbraccio forte e i miei complimenti per tutto quelo che fai

    Andrea

  2. Pingback: Dario Salvelli’s Blog » Blog Archive » Il ritorno di Luttazzi in Tv con Decameron. Salva la bike salva il mondo

  3. Pingback: The Hub, Peter Gabriel per i diritti umani « Carta Straccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...