Il grande inventore che non inventò nulla

Pubblicato sul Trentino di oggi

IL grande inventore che non inventò nulla.
Steve Jobs, il signor Apple, è stato un leader, un genio e uno showman.
Forse non è stato uno dei più grandi inventori ma sicuramente è riuscito a interpretare i bisogni della gente molto prima di tutti e non solo nel campo dell’informatica, ma anche in quello del design, delle abitudini, della musica, della comunicazione e dell’informazione. E ha cambiato radicalmente tutti questi campi.
Non ha inventato la GUI (grapich user interface) per intenderci le iconcine e la grafica con cui tutti noi ci interfacciamo con i nostri computer anche se è stato il primo a scovare chi la faceva e a utilizzarne e perfezionarne l’idea.
Non ha scoperto la musica digitale, gli mp3, quella l’ha inventata un ingegnere italiano a Torino ma ha capito come riprodurla e venderla con gli Ipod e Itunes.
Non ha scoperto nemmeno i telefoni alla Iphone. I primi telefonini mobili che ti facevano scrivere, fotografare, mandare email erano di altri ma anche qui Jobs con la pignoleria e la cura maniacale nel dettaglio è riuscito a tirar fuori dal cilindro quello più bello, più funzionale. Lo stesso per la tavoletta Ipad che ne è quasi una naturale evoluzione.
Jobs ha assemblato straordinariamente bene idee, sogni e bisogni della gente e li ha trasformati in realtà. E se il ruolo dell’inventore è questo allora il signor Jobs è stato un grande inventore.
E per ottenere ciò non aveva un approccio etico. Un corrispondente del New York Times ricorda di aver incontrato un lavoratore cinese addetto alla catena di produzione di un componete dell’Ipad, aveva le mani innaturalmente piegate dai troppi movimenti ripetitivi e si mise a piangere quando il giornalista accese il suo Ipad. Non ne aveva mai visto uno in funzione.
Per Jobs la condivisione era funzionale solo quando il fine era quello di rendere più ricca Apple.
E quanto di questo genio fosse almeno originariamente per la condivisione e non per la ricchezza rimane un pensiero del signor Jobs; lo scopriremo forse nell’unica biografia autorizzata in uscita nei prossimi giorni.
La sua vera e unica geniale invenzione fu quella di costruire alla fine degl’anni 70 con un finanziamento di 250 mila dollari circa il primo personal computer in uno dei tanti famosi garage americani dove sono nati Youtube, Google e molti altri. Fu un vero colpo di genio perché in contrapposizione all’Ibm e agl’altri colossi che vedevano il computer come strumento dedicato esclusivamente alle grandi aziende, Jobs ne voleva uno in ogni casa, di più, uno per ogni persona, la famosa I che diventa protagonista
IPad. Iphone, Ipod. I(o) e il mio Pad. Io dentro il mio Pad. Un rapporto simbiotico, osmotico ma chiuso.
Dobbiamo anche e soprattutto a gente come Steve Jobs e Bill Gates, a gente come Kevin Kelly e altri visionari degli anni ‘90 che fondarono Wired, la rivista bibbia di Internet, se l’informatica e il web in particolare oggi sono anche strumento di condivisione e conoscenza. Dobbiamo a loro se oggi possiamo navigare cosi facilmente nella rete. Dobbiamo a loro se il Web ora è questa grande opportunità.
A loro che paradossalmente ben presto videro il Web come un demonio per la loro Apple e Microsoft. Perché troppo grande, troppo anarchico, troppo incontrollabile, troppo aperto. Tanto malefico che le app, le applicazioni che ci fanno trovare velocemente il ristorante o prenotare un treno, che stanno sui nostri Ipad e Iphone e uguale sui telefoni e tavolette con sistema operativo Android, sono uno strumento strategico di Apple per uscire dalla dinamiche anarchiche del web. Alle app Internet non serve.
E infine ancora a loro se Morozov uno dei grandi critici e analisti di Internet oggi nel suo libro “L’illusione della Rete” può permettersi di scrivere che se i computer e il web fossero rimasti nelle mani degl’ingegneri del IBM, le email sarebbero nel 2011 il più grande e innovativo strumento a disposizione delle persone.

Annunci

One thought on “Il grande inventore che non inventò nulla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...