Accordo raggiunto in Kenya

Trovo la notizia su missionaridafrica.org

Accordo raggiunto in Kenya per la formazione di un Governo di coalizione tra il Presidente Mwai Kibaki e il leader dell’opposizione Raila Odinga. L’annuncio e’ stato dato dall’ ex Segretario dell’Onu Kofi Annan che ha fatto da mediatore. Annan non ha fornito ulteriori dettagli ma e’ cerco che sara’ istituita la figura del Premier – non prevista dalla Costituzione e che affida tutti i poteri al Presidente della Repubblica – e ci una condivisione del potere al cinquanta per cento tra le due formazioni politiche. L’accordo potrebbe porre fine alle violenze scatenatesi dopo le elezioni presidenziali, il 27 dicembre scorso, che hanno visto la riconferma di Kibaki accusato di brogli dal leader dell’opposizione: 1500 sono stati i morti e 600 mila gli sfollati. Fondamentale la mediazione di Kofi Annan e il ruolo della diplomazia degli Americani. Proprio oggi era stata revocata una manifestazione indetta dall’ODM, Orange Democratic Movement e che avrebbe potuto riaccendere le violenze di queste ultime settimana. Resta da verificare adesso se l’accordo sara’ effettivamente rispettato dalle parti. Sono immagini che riportano la speranza quelle trasmesse da tutte le televisioni del Kenya dell’accordo per un Governo di coalizione raggiunto fra il Presidente Mwai Kibaki e il leader dell’opposizione Raila Odinga. Alla presenza dell’ex segretario delle Nazioni Unite Kofi Annan, del presidente dell’Unione Africana, Jakay Kikwete, Kibaki e Raila hanno firmato un documento di diverse pagine che dovrebbe riportare la pace nel paese dopo l’ondata di violenza scatenatasi dalla contestazione dei risultati delle elezioni presidenziali del 27 dicembre scorso, vinte da Kibabi per poche migliaia di voti. L’accordo prevede l’istituzione del Premier per una ripartizione dei poteri di governo, oggi completamente nelle mani del Presidente della Repubblica e una equa distribuzione dei dicasteri tra maggioranza e opposizione. Il primo ministro sara’ il leader della maggioranza, quindi Raila Odinga, che sara’ affiancato da due vice premier, uno della maggioranza e uno dell’opposizione. Odinga e Kibaki al termine della firma si sono stetti la mano tra gli applausi dei presenti e per la prima volta Odinga ha chiamato Kibaki “presidente”. ” E’ un accordo – ha detto Annan – necessario per il Kenya, per la pace, per la sua sopravvivenza e per il benessere dei cittadini keniani.

C’è da sperare come ricorda Kizito che l’accordo non sia una specie di amnistia per i colpevoli di tutti i tragici eventi che hanno colpito il paese in questi mesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...