Web 2.0 in Congo

Che ci faccio in Congo?
Sono stato nella Repubblica Democratica del Congo nel 2001 a Butembo per documentare una conferenza internazionale sulla pace dei paesi nella regione dei grandi laghi organizzata dai beati costruttori di pace.
La sera, durante il coprifuoco incontro dei ragazzi, ci sediamo intorno ad un fuoco ed iniziano a raccontarmi della loro vita. Alcuni fanno l’università che sta li su una collinetta appena dietro di noi. Ci vanno spesso lassù nell’unica facoltà, costruita con 4 pezzi di latta ondulata e con un solo libro di testo di economia fotocopiato. Ci vanno ma ci stanno attenti; alcuni di loro (5 quell’anno) sono morti per raggiungerla, smitragliati dal signorotto della guerra locale. Capito? La gente muore per andare all’università.
Lui mi dicono ha paura che noi imparino, ha paura che noi conosciamo, a paura che noi ci confrontiamo, a paura che noi raccontiamo
Da quel giorno ho provato a fare del mio lavoro una ricerca continua, un ‘analisi sui nuovi sistemi di comunicazione, sull’accesso al sapere, alla conoscenza e al diritto all’informazione.
Insomma il web 2.0 me l’hanno insegnato quei ragazzi laggiù, a Butembo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...